LIM – Autocostruzione di una penna a infrarossi

LIM = Lavagna Interattiva Multimediale…. ci aggiungiamo… a basso costo.

Sfruttando un telecomando della WII, software liberi, un PC, un video proiettore e la penna ad infrarossi, è possibile realizzare la LIM.

Come FoLUG ci stiamo lavorando e presto vorremmo fare delle presentazioni dello strumento, con lo strumento. Sono partito con l’autocostruzione di una penna ad infrarossi a costo zero perchè avendo a disposizione  un vecchio telecomando, ho smontato i pezzi che poi si riducono al LED ad infrarossi ed alle mollettine per la batteria. Ho poi tagliato una basetta millefori per alloggiarvi il pulsante, la batteria ed il LED. Non ho utilizzato resistenze per limitare la corrente sul LED. C’è da dire che una batteria da 1,5V non produce una corrente tale da rovinare il LED considerato anche l’uso a intermittenza.

  • DSCN1177
  • DSCN1178
  • DSCN1180 E’ possibile vedere il LED illuminato solo con una macchina fotografica digitale/telecamera/webcam. Ad occhio nudo non si vede niente poichè gli infrarossi sono invisibili all’occhio umano. Se volte sperimentarlo provate ad inquadrare con la vostra “macchinetta” il telecomando del vostro televisore di casa mentre premete i bottoni.
  • DSCN1182
    Per evitare che la batteria scivoli via, ho usato un pezzo di tubetto che conteneva un Romeo e Giulietta (sigaro cubano) che però ha fumato qualcun altro.
  • 🙂

    3 risposte a “LIM – Autocostruzione di una penna a infrarossi”

    1. Bhe, certo. Manca il controller della WII ma l’ha comprato Andrea Fanelli, il proiettore ce l’abbiamo, i computer ne abbiamo da vendere, il Software lo scarichiamo (è Open Source), i sistemi operativi ne abbiamo a bizzeffe installati nei nostri hard disk (Linux based). Ci vuole solo il tempo per incontrarci e sperimentare. 🙂 Poi i risultati li pubblichiamo e, alla fiera di Maggio, sai che figurone!!!!

    I commenti sono chiusi